Palestine Chicken

La giornata di ieri e' stata dedicata alla visita della citta' di Jericho in compagnia del nostro amico Mohammed. Prima di raggiungere il centro ci siamo fermati a visitare il sito archeologico di Qumran, un posto affascinante che regala una bellissima vista sul Mar Morto, una temperatura quasi estiva da perdere la percezione che siamo in dicembre e un cielo pulito per l'alta pressione: siamo infatti nella zona piu' depressa del pianeta!
Anche noi siamo un po' depressi e non riusciamo a godere al 100% della bellezza del posto. Siamo in Palestina ma si vede solo l'occupazione Israeliana, scritte in ebraico, bandiere israeliane dappertutto e propaganda sionista anche nelle brochures. Infatti ci troviamo in un'area particolare della Palestina: la citta', come tutte le altre della Cisgiordania, e' in zona A ma e' completamente circondata dalla zona C. Questo significa che Jericho e' inglobata all'interno di un'area controllata sia amministrativamente sia militarmente da Israele. Si puo' tristemente notare come le immense piantagioni e i campi limitrofi siano marcati dalla stella di Davide ma solcati da manodopera esclusivamente palestinese. E' da qui che proviene la maggior parte dei prodotti ortofrutticoli che compriamo nei supermercati e che hanno marchio israeliano, ma che in realta' sono coltivati nei Territori Occupati Palestinesi. Questa e' una delle ingiustizie che il movimento BDS vuole denunciare e combattere.
Dopo pranzo la brigata alcolista anonimo rinunciando a costosissimi biglietti funicolari spendeva meta' del budget in birre e si spostava in zona franca raggiungendo marciando la cima del monte. Giunti alla meta la brigata si ritrovava di fronte ad una chiesa serrata e si consolava stappando l'ennesima birra.
Prima di rincasare a Bethlehem la brigata, confondendosi con la cittadinanza, si concedeva i piaceri di una bella fumata di narghile.



Oggi giornata incandescente iniziata alla buonora per preparare il barbecue di congedo per i bimbi e le famiglie. Mentre i valorosi uomini si apprestavano a comprare l'occorrente con Mohammed ed aizzare il fuoco con Khaled, Sonietta manteneva pubbliche relazioni con tutti gli invitati.

Mai visti tanti piatti, biccheri e buste di pane volare di mano in mano... e con oggi ufficialmente il pollo in Palestina e' a rischio estinzione.

A gran sorpresa ci ha fatto visita Mustafa' Barghouti, che ha deliziato il nostro meraviglioso pranzo magnando e bevendo con la miglior compagnia possibile, quella dei bambini e del loro entusiasmo.

Ancora affumicati, ma contenti e soddisfatti, vi salutiamo da sotto la doccia!

Con la Palestina spennata

سنة جديدة سعيدة لجميع الفلسطينيين

buon anno a tutti i volontari e non.........

Fulvio Greco ☺
-dBb-

È certo che un uomo può fare ciò che vuole, ma non può volere ciò che vuole!!!!!

d_B_b | 2 Gennaio, 2012 - 02:27

Buon Anno e un abbraccio a

Buon Anno e un abbraccio a tutti!
Maria Grazia

jmeg | 31 Dicembre, 2011 - 19:39

saudade!

bellissimi tutti! buon anno ragazzi :)

Sara Beccaletto | 31 Dicembre, 2011 - 11:19