03 Luglio 2014

In una Gerusalemme militarizzata per i funerali di Mohemmed, il ragazzo palestinese di 15 anni ucciso e bruciato a Gerusalemme Est ieri mattina, incontriamo un negoziante che ci fa un quadro della situazione secondo noi abbastanza azzeccato e che si potrebbe riassumere così: "qui gatta ci cova". Parlando, dopo un attimo di esitazione in cui valutava esattamente quanto potersi fidare di due ragazza che comunque a lui si erano presentate come turiste (e basta) ci dice: "gli israeliani dicono che i 3 coloni sono stati rapiti da Hamas, però c'è qualcosa che non torna: tutte le volte che qualche organizzazione palestinese ha rapito chicchessia c'è sempre stata una rivendicazione. Che poi speri che con il rapimento ci possa essere uno scambio di prigionieri. È un atto politico, con una motivazione chiara. Invece questa volta niente, neanche una rivendicazioncina, nemmeno una piccola piccola di qualche gruppuscolo strano mai sentito prima. Però, da subito Israele punta il dito contro Hamas, e inizia come prima cosa ad arrestare tutti. Soprattutto quelli che avevano liberato con gli ultimi accordi. E poi c'è un'altra cosa che non quadra: dicono che li hanno rapiti sulla strada fuori dalla colonia, giusto? Ecco quelle strade sono protette dal muro e sono piene di telecamere. In più i palestinesi non ci possono andare. Ora spiegatemi come potrebbero averli rapiti senza che le forze di sicurezza se ne accorgessero, senza che sapessero esattamente chi, dove e quando. Ma così i palestinesi stanno buoni e zitti, così costruiscono un clima di paura. Era quello che volevano dopo che Hamas e Fatah hanno fatto l'accordo di Unità nazionale..." Non pensiamo ci siano altri commenti. Nel frattempo, nonostante poliziotti e militari ad ogni angolo siamo riusciti a trovare dei giochi per i bambini di Amal (giochi che ovviamente dentro i territori non arrivano, sia mai.) Glieli portiamo domani, che se non possono andare a Gerusalemme almeno i giochi arrivano da loro. Ma è una magra consolazione, e l'incazzatura (almeno da parte nostra) continua.
Stay tuned. Stay Human.

Posted In

mmmmmmm...

...che complottista sto negoziante...

umberto | 4 Luglio, 2014 - 16:32