Unrecognized in the Negev

Un film sulla lotta dei beduini israeliani per il loro posto nella mappa

Dalle loro baracche nel cimitero di Al Araqib, Saiah, Aziz, Haqima, e Tuta della tribù beduina degli Al Turi, nel deserto del Negev, guardano la spoglia collina di fronte dove fino al 2010 sorgeva il loro villaggio. Ci raccontano che il loro paese risale all’epoca ottomana, ben prima della nascita dello Stato di Israele, ma che sin dal 1948 la loro presenza è stata negata, e le loro case, frutteti, campi e stalle distrutti. Al Araqib è stato cancellato e oggi non esiste su nessuna mappa ufficiale.

Negli ultimi anni gli Al Turi hanno visto le loro condizioni di vita deteriorare gravemente a causa delle ripetute demolizioni, della distruzione dei loro raccolti e della mancanza dei servizi base come acqua corrente ed elettricità.
Delle 35 famiglie che vivevano precedentemente nel villaggio oggi sono rimaste solo 20 persone, costrette a vivere a fianco del cimitero in cui sono sepolti i loro avi.

La loro storia somiglia a quella di tante altre tribù dei villaggi non riconosciuti nel deserto del Negev, che sperano di poter fare valere i propri diritti rispetto alle politiche discriminatorie dello Stato di cui sono pieni cittadini. Per fare luce su questa situazione, Unrecognized in the Negev documenta la paura, la rabbia, le speranze e l’incertezza verso il futuro provata dagli abitanti di Al Araqib.

Silvia Boarini, Linda Paganelli, e SMK Videofactory sono lieti di annunciare il lancio della campagna per la raccolta fondi del documentario indipendente Unrecognized in the Negev.
Per sostenere la campagna visita questa pagina
https://www.indiegogo.com/projects/unrecognized-in-the-negev/x/5631903

Sito: http://silviaboarini.com/UnrecognizedintheNegev.html