Workcamp “Culture, Education and Rehabilitation”

Durata: dal 20 Agosto al 1 Settembre 2013
Luogo: Nablus (Askar refugee camp)
numero volontari: massimo 10 persone    
termine ultimo invio candidatura: 20 Maggio

L’obiettivo a lungo termine del progetto portato avanti dai partners locali dell’Askar  Camp è quello  di educare ed incoraggiare i ragazzi e bambini del campo, che vivono una grave condizione di disagio materiale e psicologico, al rispetto ed alla comprensione delle diverse culture,  grazie all’incontro ed alla cooperazione giornaliera con i volontari internazionali.

Il programma del workcamp  prevede una parte mattutina di lavoro all’interno del campo, in cui saranno organizzate una serie di attività relative allo sviluppo sociale e alla coscienza civile dei giovani;  e una parte informativa pomeridiana, durante la quale i partecipanti avranno la possibilità di approfondire la conoscenza della difficile situazione in Palestina, attraverso visite nei luoghi significativi della storia dell’occupazione ed incontri con le diverse realtà socio-politiche

Il lavoro coi ragazzi nel campo sarà costituito da momenti di sport, workshop di arte per incoraggiare la creatività dei più giovani, laboratori teatrali e di comunicazione, attività per l’insegnamento delle lingue. Ma sono previste anche sessioni per la pulizia e il miglioramento degli spazi pubblici all’interno del campo o attività a supporto del  lavoro agricolo tradizionale. I volontari internazionali saranno pertanto invitati a condividere le loro competenze e a suggerire altre possibili attività, lavorando in ogni momento, anche durante le visite pomeridiane, a fianco dei volontari locali.

Requisiti per presentare la propria candidatura:

  • Età minima 20 anni
  • Buona conoscenza della lingua inglese

Compilare l' Application form in inglese e inviarlo in formato .doc via mail a: zaatar@inventati.org  (non verranno accettati moduli compilati parzialmente, in italiano, o in formato diverso da quanto richiesto) entro e non oltre il 20 Maggio.

Un volta accettata la candidatura occorre:

  • Versare la quota di 55 € che comprendono l’iscrizione a Zaatar e le spese organizzative del training (inclusi pasti e pernottamento). La quota va versata tramite bonifico bancario sul conto corrente di Zaatar (vedi fondo pagina). Perché l'iscrizione sia valida il volontario deve inviare scansione della ricevuta di versamento all'indirizzo di posta elettronica zaatar@inventati.org entro 3 giorni lavorativi dall'accettazione della candidatura per il training.
  • Frequentare la formazione Zaatar della durata di due giorni che si svolgerà a Genova in un week end del mese di giugno (il training non è necessario per chi ha già frequentato uno di quelli passati). Scopo della formazione è introdurre i partecipanti al contesto nel quale si troveranno ad operare, con particolare attenzione sia alla realtà specifica del conflitto israelo - palestinese che alle più generali dinamiche interculturali e di gruppo, ai fini di un contributo attivo attraverso l'esperienza di volontariato e l’intervento nonviolento.

I temi chiave che verranno affrontati durante l'incontro saranno:

  • l'associazione Zaatar
  • elementi del conflitto israelo/palestinese
  • interculturalità
  • comunità locale ed interazione attiva
  • gestione delle paure
  • gestione pacifica dei conflitti
  • prendere decisioni e agire in gruppo col metodo del consenso

Spese di partecipazione al workcamp:

La quota di partecipazione al campo, da versare in contanti sul posto  all'associazione partner, è di 200€. La quota comprende i pasti e l’ospitalità, i trasporti locali e le spese amministrative.  Le spese di viaggio sono invece a carico dei volontari, i quali provvederanno autonomamente all'organizzazione dello stesso a training concluso.- A questa cifra, chi partirà dovrà aggiungere 40 € per una copertura assicurativa superiore ai 15 gg. fino ad un mese di missione. L’assicurazione è obbligatoria.

Informazioni importanti per i volontari in partenza:

  • Passaporto: non deve contenere visti di Libano e Siria.
  • Cosa portare: Sacco a pelo, abbigliamento comodo, scarpe da ginnastica, sandali, crema protettiva e un cappello per il sole.

I partecipanti al viaggio sono tenuti al rispetto della cultura, religione e tradizioni locali. Per quanto riguarda l’abbigliamento occorre dunque portare pantaloni lunghi, magliette abbondanti (non attillate né scollate, devono coprire adeguatamente pancia e schiena). Non è invece necessario coprirsi il capo a meno che non sia espressamente richiesto dai volontari locali in casi particolari. Un foulard in valigia può essere utile all’evenienza.

Coordinate bancarie per il versamento della quota di partecipazione:

Banca Monte dei Paschi di Siena
causale: iscrizione training 2013
Coordinate per l'Italia (from Italy):
C/C n°: 320203
ABI: 01030
CAB: 01405
IBAN:IT 81 K 01030 01405 000000320203
Coordinate dall'estero (from abroad)
IT 81 K 01030 01405 000000320203
codice BIC: PASCITM1GE4