30 Giugno 2014

Oggi pomeriggio nel negozio di A.: "Sembra di essere tornati al 2002, alla seconda intifada. I soldati entrano in città e nelle case, anche qui, a Betlemme. Entrano e mettono a soqquadro tutto, ma prima di entrare ti lanciano una bomba in casa. Non bussano neanche, non ti chiedono neanche più di aprire la porta. Semplicemente ti lanciano una bomba in casa, così tutti quelli che sono dentro escono di corsa e loro arrestano chi vogliono." Ci mostra le foto della casa di suo cugino, mobili e armadi rivoltati dai soldati israeliani solo qualche giorno fa. Dicono di cercare chi è legato ad Hamas e intanto arrestano tutti, soprattutto quelli che erano appena stati rilasciati per l'accordo con l'Anp di alcuni mesi fa. Ci dice che tutti hanno paura che l'esercito entri in casa e se li porti via.
È di poche ore fa la notizia che hanno ritrovato i corpi dei tre ragazzi israeliani rapiti. Il governo di Tel Aviv ha già annunciato un'azione su larga scala in tutta la Cisgiordania. La paura si fa sempre più vicina alla realtà.

Posted In